Il giorno più bello e quello in cui doni qualcosa agli altri

Di   05/01/2015

pittura_3Carissimi tutti,

voglio raccontavi le bellissime esperienze vissute insieme ad amici nel convento di mia sorella. Mi piace pensarla come una suora “particolare” che ha voluto con tutta se stessa fare quello che sta facendo ormai da tempo. Lo sta facendo bene, con passione e fede, trascinando con sé tutte le persone che condividono gli stessi pensieri e lo stesso amore per gli altri. Si, ha trovato anche qualche ostacolo strada facendo ma non possiamo piacere a tutti, l’importante è credere e proseguire con determinazione e fede.

In primavera abbiamo deciso, insieme a mio marito e a due amici (Corrado, amico e collega da 25 anni  e Giuditta, sua moglie)  di dipingere la casa delle suore all’interno del convento. L’impresa sapevo già che non sarebbe stata facile: la casa è piccola e difficile muoversi all’interno con scale e tutto l’occorrente per lavorare.

Il primo giorno siamo partiti con entusiasmo e voglia di fare, la sera eravamo quattro zombi… dolori dappertutto e Oki per dormire, ma faccio fatica a descrivervi  la serenità che ci accompagnava, si leggeva nei nostri occhi. La mattina dopo siamo ripartiti dopo aver pianificato la giornata lavorativa. Man mano che finivamo le stanze era una soddisfazione. Tutto pulito e in ordine; e vedere la gioia di suor Livia e di mia sorella appagava la faticosa giornata.

La seconda sera peggio della prima ma abbiamo riso talmente tanto vedendoci in quello stato che riflettendoci ci siamo detti che tutto sommato era meglio così che una giornata delle nostre solite dove tutti corrono, corrono, a volte pestando anche gli altri senza nemmeno accorgersene.

Il terzo giorno abbiamo apportato le ultime finiture ma il lavoro era bellissimo tanto che ci siamo riproposti di fare il bis, ferie permettendo, per dipingere le scale e la cucina dei pellegrini. Ed infatti siamo riusciti ad organizzare prima di Natale! E qui devo dire che abbiamo superato noi stessi….

Per prima cosa sono venuti anche Serafino e Mary, amici di Corrado, che hanno portato tanto aiuto con entusiasmo e gioia. Poi, sulla scorta della precedente esperienza, il lavoro è stato organizzato velocemente tanto che siamo riusciti a dipingere anche il refettorio. Grande soddisfazione: Corrado ha scritto sul camino del refettorio, dopo aver dipinto tutto: “Il giorno più bello e quello in cui doni qualcosa agli altri” ed è vero, lo capisci solo quando lo vivi.

Bene amici, nel 2015 abbiamo pianificato di dipingere tutta la parte dei pellegrini, un grande lavoro quindi… si accettano volontari!!!

Voglio ringraziare Corrado e Giuditta, che hanno organizzato e pagato tutto l’occorrente per dipingere e soprattutto ringraziarli per l’affetto dimostrato alla mia famiglia e a suor Livia, Sera e Mary che sono stati splendidi e sono sicura parteciperanno anche alla prossima spedizione e tutti voi che come me, anche se ahimè non sempre presenti, siete vicini al convento e alle suore con amore e fede.

Grazie ancora e Buon 2015 a tutti!!

Nicoletta