Mercoledì delle Ceneri

Di   18/02/2015

ceneriTempo di ritorno, quello della Quaresima che inizia.

  • Ritornare a noi stessi, prima di tutto, stare un po’ con se stessi, prenderci del tempo per guardarci dentro: siamo felici? dove ci portano le scelte che stiamo facendo? e quali sono queste scelte? sogniamo ancora? abbiamo mete alte da raggiungere? o ci stiamo accontentando, ci sembra di essere diventati grandi, di avere troppe responsabilità per sognare?

Questo tempo è per noi, per volerci bene, per ascoltarci, capirci e permetterci di essere quello che siamo. Possiamo dare un nome ai nostri problemi, ai nostri errori: guardarli in faccia e credere che possiamo crescere, diventare migliori perché abbiamo grandi doni.

  • Ritornare agli altri, tutti, non incrociarli di sfuggita, per circostanza, per educazione, per dovere. Incontrare le persone, guardarle, ascoltarle, perderci tempo, avere delle relazioni, cioè dei legami. Prestare attenzione, prendersi cura, avere a cuore le persone, anche quelle che conosciamo meglio, con le quali viviamo, viaggiamo, lavoriamo, facciamo la spesa, frequentiamo la scuola dei figli, la palestra, la parrocchia. Ritornare a rapporti semplici e veri, sobri e affettuosi, di cuore.
  • Ritornare a Dio. Forse pensiamo di non essercene mai allontanati e magari è anche vero, eppure ce lo chiede Lui, in questo mercoledì delle ceneri:- Ritornate a me con tutto il cuore.- (Gl.2,12) L’avevamo mai lasciato? Forse no, ma può darsi che ci siamo abituati a Lui, raffreddati, che non siamo presenti, pronti, svegli, attenti alla sua Parola, ai suoi gesti, alle sue molte presenze….

Benedetta cenere che ci fa ritornare!

Ci ricorda che tutto finisce presto e ci dà le proporzioni delle cose…ci rimette al nostro posto, ci fa fare i conti col limite, nostro ed altrui…ci fa scoprire una diversa fecondità ed una nuova prossimità.

Buon ritorno a tutti in questa Quaresima.