Riposare, Respirare, Ripartire

Di   22/11/2015

Riposare, Respirare, Ripartire, sono le tre R che hanno abbracciato il nostro abitare Casa di Lazzaro e abitando e condividendo la nostra vita con la vita di Suor Amelia abbiamo “preso e poi custodito” nel cuore un verbo e un aggettivo “Seminare Largo”.

SEMINARE mi riporta all’immagine del contadino, immagine quasi sconosciuta agli occhi dell’adesso, ma essenziale da riportare alla memoria, perché non c’è domani senza oggi.
Il contadino quando semina prepara oggi i frutti che verranno domani; se non seminasse oggi quel seme, nulla vedrebbe di ciò che vuole vedere.
Essere contadini della propria vita, seminando in essa il seme buono, ma ancora prima di seminare occorre essere contadini che si lasciano ribaltare, scuotere, girare, così come si ribalta la terra al cambio di stagione, perché è quando è ribaltata che può trovare posto il seme, un seme che ritrova nel riposare la sua quiete fiorisce di frutti inaspettati che portano dentro il sapore dell’infinito.

LARGO che bello questo gesto del contadino!!!
Da sinistra a destra, mentre inspira ed espira libertà !!!
Non pensa a quanto o come nascerà il frutto, lui ‘getta il seme’.
non sa se arriverà l’acqua e il sole, o se arriverà una tempesta o la secca a rovinare tutto, lui “getta il seme”.
Non sa se il seme riuscirà a penetrare nella terra o verranno prima i corvi a mangiare tutto, lui “getta il seme”; … ecco questo aggettivo, al quale non avevo mai pensato prima, mi fa innamorare e mi dice che:

– il nostro pensare ogni progetto, attività, sogno, iniziativa, idee, deve essere largo, libero, senza vincoli “ma poi…”, “ma se …”, “ma … ma … ma” …

– non possiamo che essere larghi, per rispetto alla terra che è la stessa nostra vita, così come la vita di coloro che ci vivono accanto, così come quelli che vivono lontani … non possiamo elemosinare il gesto della semina…

In questo verbo e in questo aggettivo, respirato, riposato, vissuto abitando Casa di Lazzaro e condividendo la nostra vita con la vita di Suor Amelia, vogliamo costruire giorno per giorno il passo di uno “stile di vita” che ci permette di “uscire” da noi stessi per incontrare la bellezza e la straordinarietà semplice e vera dell’altro che come me è differente, unico, irripetibile, dando sempre più vita a spazi, luoghi e tempi nei quali la PERSONA possa essere ciò che è: INFINITO !!!!!!!!

Grazie Suor Amelia
Grazie Casa di Lazzaro

a Presto

gli amici “Al di là del mio naso c’è…” – Virna Grazioli