18 febbraio 2018 – PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA

Di   17/02/2018

Cari amici, ritorna ogni anno il tema del deserto, cioè della necessità – pur nel turbinare della nostra vita impegnata – di SGOMBERARE e prenderci del tempo per incontrare Dio, ricordarci che siamo figli e fratelli, molto amati, mai soli, e gustare la sovrabbondanza dell’amore che ci rende forti, capaci di vivere in profondità e di lottare per i valori in cui crediamo, a qualunque costo. Anche Gesù ha affrontato la lotta, come ogni uomo. E ‘ quella che chiamiamo “tentazione”, prova, davanti alla quale anche noi cerchiamo di non farci trasportare dalle sensazioni, dalle emozioni, ci mettiamo davanti alla Parola di Dio e operiamo un “discernimento”, cioè ci lasciamo illuminare dallo Spirito Santo e ci chiediamo: che cosa ci sta offrendo – regalando Dio? E cosa ci sta chiedendo ? E quali scelte, di conseguenza, è meglio operare? Ecco, nel nostro deserto, nei momenti che vogliamo essere capaci di cercare nelle nostre giornate, impariamo ad accogliere, in preghiera, il suo modo di pensare, di agire, le sue scelte, per essere capaci, con la sua forza, di operare scelte che danno senso e valore alla nostra vita di tutti i giorni e ci rendono un segno buono per tutti.

Nel combattimento quotidiano tra il bene e il male – perché di questo si tratta, non illudiamoci che sia un cammino soltanto “spirituale” – noi possiamo essere per tutti il segno di questa Parola di Gesù: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino: convertitevi e credete nel Vangelo” (Mc. 1, 15) E ‘ questo il tempo, non perdiamolo! Togliamo di mezzo tutto quello che è inutile e dispersivo – sgomberiamo! – e dedichiamoci corpo ed anima a collaborare con Dio per rendere presente il suo Regno tra gli uomini.

Mi permetto di dare qualche piccolo suggerimento perché la preghiera con la Parola sia feconda di vita e non corra il rischio di restare lettera morta ma germogli e dia frutto, il cento per uno. Dedichiamoci alla preghiera con la Parola conosciuta nella Chiesa da secoli col nome di Lectio Divina. Non lasciamoci spaventare dalle parole, è accessibile a tutti; è una preghiera fatta con calma, a tappe, che possono essere distribuite lungo il giorno, coinvolge la vita e la cambia. Non è un esercizio sterile, ma un viaggio, un lavoro serio ed entusiasmante verso nuovi orizzonti. Ci porta lontano…lasciandoci dove siamo…cambiando, poco a poco, il cuore. Essendo una cosa seria, richiede una preparazione che è già preghiera ed inizio di cambiamento concreto.

PREPARAZIONE:

  • Ci mettiamo alla presenza di Dio, prendiamo coscienza, quindi, che non siamo soli, che viviamo tutto e sempre con Lui, che siamo avvolti dal suo abbraccio. E che non possiamo tenere tutto questo solo per noi: è un dono ed una missione.
  • Questa relazione di amore mette subito in risalto, per contrasto, tutto ciò che in noi e intorno a noi non è pacificato: sentiamo il bisogno di chiedere perdono e riconciliarci con Lui che ci ama, con noi stessi, con chi, tra i fratelli, può non essere in pace con noi.
  • La gratitudine riempie il nostro cuore: riconosciamo – chiamandoli per nome – tutti i motivi che abbiamo per essere riconoscenti e felici, le situazioni, le persone, le battaglie vinte ed anche quelle perse che magari ci hanno insegnato tanto…
  • A questo punto possiamo staccare la spina perché, se siamo arrivati fin qui, siamo immersi nella realtà, non c’è il pericolo di fuga – perché la preghiera non è evasione ma incarnazione… – e quindi possiamo immergerci nella Parola e nella Persona di Gesù. Sgomberiamo il campo, lasciamo tutto, anche noi stessi, mettiamoci in ascolto, fiduciosi, nelle sue mani.
  • Affidiamoci a Maria che accoglierà con noi lo Spirito Santo e ci farà entrare nel mistero della vita nuova.

Sono solo i preliminari…ma è già preghiera…

Nelle prossime settimane cercheremo di percorrere le varie tappe di questa bellissima preghiera che davvero trasforma la vita e ci dona la consapevolezza e il gusto di essere mandati a costruire, oggi, il Regno di Dio per tutti. 

Buon cammino, buona preghiera!

Sr. Amelia